Inside

Si ha paura di migliaia di cose, del dolore, dei giudizi, del proprio cuore; si ha paura del sonno, del risveglio, paura della solitudine, del freddo, della follia, della morte. Specialmente di quest’ultima, della morte.

Ma sono tutte maschere, travestimenti. In realtà c’è una sola paura: quella di lasciarsi cadere, di fare quel passo verso l’ignoto lontano da ogni certezza possibile… c’è una sola arte, una sola dottrina, un solo mistero: lasciarsi cadere, non opporsi recalcitrando alla volontà di Dio, non aggrapparsi a niente, né al bene né al male.

Allora si è redenti, liberi dalla sofferenza, liberi dalla paura.

(Herman Hesse)

Nature_5

Nature_5

Erutti
Ho bisogno di aria tersa, di acqua limpida, di colori tranquilli, odori freschi e calmanti.
Sono al sicuro, accolgo la forza calma, la chiarezza, la gioia e l’amore incondizionato.
Intanto la bocca dello stomaco va a fuoco, brucia, brucia… parla, parla, erutta, erutta mostruosamente.
(Elvira Fusto)

Nature_4

Nature_4

Formiche con gusto
E’ piacevole pestare le formiche che scorrono sul muro di casa. Una punizione finita. E quando non ci sei le finisci con la polvere di veleno Baikon, che agisce in tua assenza. Torni e sei soddisfatto dei minuscoli corpi accartocciati sotto la balaustra del davanzale. Ti senti a posto. Se avessero la stazza degli uomini si parlerebbe di strage: in questo caso la crudeltà e doppia: l’ingombro è minimo, le due forze sono dispari, eppure le elimini, ci provi un gusto lungo e maledetto, un solletico inspiegabile.

Nature_2

Nature_2

…Sono stanca dei miei attacchi di emicrania. Stanza solitaria, servizio in camera, telefonate interurbane, film tv cattivi. Sono stanca di essere spesso in amore con l’uomo sbagliato. Sono stanca di vergognarmi del mio naso troppo grande, del mio culo troppo grande, vergogna sulla guerra in Jugoslavia. Voglio andare via. Da qualche parte finora che è irraggiungibile, per telefono o fax. Voglio invecchiare, davvero, davvero vecchia, in modo che nulla conta più. Voglio capire e vedere chiaramente cosa c’è dietro tutti noi. Io voglio non volere più.
(Marina Abramović)

…I am tired of my migraine attacks. Lonely hotel room, room service, long distance telephone calls, bad TV movies. I am tired of always falling in love with the wrong man. I am tired of being ashamed of my nose being too big, of my ass being too large, ashamed about the war in Yugoslavia. I want to go away. Somewhere so far that I’m unreachable, by telephone or fax. I want to get old, really, really old, so that nothing matters any more. I want to understand and see clearly what is behind all of us. I want not to want anymore.
(Marina Abramović)

Nature_1

Nature_1

Respiri

Ci sono dei respiri che hanno bisogno di spazi, di allunghi fino alla fine del mondo, di vallate sorvolate da regali predatori. Andare in groppa ad un’aquila è un sogno, lo stesso di chi può respirare a gambe all’aria e la testa sott’acqua.
(Elvira Fusto)